Home > Alti Tauri > Gr. Maresenspitze (2915m), un quasi tremila dalle parti di Mallnitz

Gr. Maresenspitze (2915m), un quasi tremila dalle parti di Mallnitz

Mi attirano molto le cime poco blasonate delle quali non si sa nulla. Anche per merito del prode Hermann che non è solo un cultore della cucina e delle bevande austriache ma possiede anche tutta o quasi la collezione delle cartine Kompass al 50.000 riguardanti i monti d’oltre confine. Da tutto questo nasce l’idea della gita alla Grosse Maresenspitze nel gruppo dell’Ankogel, vetta che non raggiunge neanche i fatidici 3000 metri, fatto che peraltro non ci interessa. Si aggiunge alla compagnia l’amico Vigjut con la moglie. La strada più sbrigativa è l’autostrada per Tarvisio, a Villaco si imbocca la statale (evitando la vignetta) che risale il corso della Moll passando da Spittal e Obervellach fino a Mallnitz dove c’è la navetta e il tunnel che porta le auto oltre i Tauri che esula dal programma odierno. Poco a valle di Mallnitz la nostra guida occhieggia una sterrata sulla destra che imbocca non senza qualche esitazione (sulla carta è latitante) e con questa guadagniamo forse qualche centinaio di metri (devo constatare che i nostri vicini sulla transitabilità delle forestali sono più tolleranti delle nostre numerose forze dell’ordine) stimo che siamo sui 1400m di quota. Da qui saliamo sui bollini del sent. 422 sulla prima cima, l’Auernig ,2122m, che offre una magnifica visione della vallata. Da qui in poi non ci sono più problemi di orientamento, il sentiero puntinato sulla mappa segue fedelmente la cresta Ovest salvo in un punto dove passa fra due speroni calcarei con una eclatante stazione di stelle alpine rare o assenti in questi monti cristallini (Edelweiss, edelweiss, una stella di neve… dal film “Tutti insieme appassionatamente). Procediamo nonostante la commozione sulla bellissima dorsale erbosa e più innanzi a blocchi toccando in sequenza le anticime del Torkopfl, Wasenle K. e il piccolo Maresen. Il tratto finale si dipana su una affilata crestina di solido gneiss anche un poco esposta (si parla sempre a livello escursionistico) e non tutti ci arrivano. La vista a 360 gradi è inconsueta, per una volta non si riesce a identificare tutte le vette… Al ritorno ricalchiamo le nostre orme, un breve acquazzone contribuisce a rinfrescarci le idee. Dal mio diario rilevo solo la data ma non i tempi e i dislivelli e i pochi neuroni rimasti sono in pausa, comunque il lettore è già più avvantaggiato di noi poverelli. Agosto 2003.

1 La prima cima

2 Laggiù la Grosse Maresenspitze

3 Stelle Alpine

4 Passaggio fra i due gendarmi

5 Gregge al pascolo

7 La cima, sullo sfondo l'Ankogel

8 In vetta

9 Gr. Maresenspitze

10 Vista dalla cima

11 Scendendo all'anticima

12 Temporale in avvicinamento

13 Aconito sulla cresta

14 Dopo la pioggia torna sempre il sereno

15 Sulla via del ritorno

17 La vallata e Mallnitz

 

 

 

 

 

 

 

 

Categorie:Alti Tauri Tag:
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: