Home > Prealpi Carniche > Brancot, due visite dagli opposti punti cardinali

Brancot, due visite dagli opposti punti cardinali

Eccettuati il monte di Muris (e la rupe di Osoppo) il rilievo più meridionale e anche meno elevato dei monti dell’Arzino è il Brancot  o Tre Corni, in pratica si tratta di una cresta orientata da N a S e delimitata dalla sella fra Bordano e Interneppo, la Val Rio del Lago, il Tagliamento e la pianura. Tenuta gelosamente di riserva per i tempi grami da molto tempo (un amico aveva dichiarato che per la modesta quota non poteva considerarsi  montagna) fino al Febbraio del ’91 quando la neve era scesa fino a fondovalle precludendo mete più elevate. In uno dei giorni a seguire con un fantastico tempo parto da solo e raggiungo in auto, dopo aver valicato il ponte di Braulins e deviando poi a destra la sella fra Bordano e Interneppo dove parcheggio, circa 300 m di quota. La cresta Nord fa la sua bella figura, innevata e sinuosa si potrebbe paragonare fatte le debite proporzioni e in scala ridotta alla Biancograt (de noantri). Una ricognizione mi conferma che da dove mi trovo non ci sono sentieri, allora mi sposto sul versante O per qualche decina di metri, non c’è niente da fare, tocca lottare con la bassa vegetazione, poi guadagnando quota il bosco migliora e prevalgono faggi e betulle. Alla fine guadagno la dorsale vergine di tracce, seguendola fedelmente dopo la cimetta del Naruvint arrivo sulla cima settentrionale, il Tre Corni (1048m). Dopo una doverosa sosta per ammirare il bel paesaggio noto anche delle impronte di ungulati provenienti da Est e incautamente provo a imitarli, il pendio dapprima è abbastanza agevole ma poi i malefici quadrupedi risalgono sulle balze rocciose a sinistra. Continuo pertanto la mia discesa finendo per uscire a mezza strada fra la mia auto e Bordano, oggi sulla rotabile non passa nessuno e mi tocca farla tutta a piedi. Tre ore e mezza in tutto.

1 L'Amariana dalla cresta

2 Betulle sopra il lago

3 L'amabile dorsale

4 Le Prealpi Giulie

5 La Cima da N

6 Dalla quota massima verso NO le prealpi dell'Arzino con a dx. Tolmezzo e sullo sfondo le Carniche di confine

7 Venzone e il Plauris

Dicembre 2010. Al contrario della precedente salita oggi abbiamo in dotazione la cartina (sono in compagnia di altri due pensionati), il punto di partenza è Braulins, 252 m, ameno paesello al di là del celebrato ponte sul Tagliamento, il sentiero da Est è pure segnalato nonchè descritto in qualche guida. Si alza verso la cresta nel versante SE seguendo all’inizio una mulattiera lastricata fino all’antica chiesa dedicata a S. Michele dei Pagani (gradevolmente dipinta di una tonalità di rosso e ben visibile dalla rotabile) e da un fontanile con vista sul corso del Tagliamento, il ponte e la pianura. Si prosegue sul sentiero nel bosco inselvatichito che questa stagione non offre il massimo di sé, comunque arrivando in cresta l’ambiente migliora anche se talvolta pestiamo qualche residua lingua di neve. Ci si inoltra fra faggi contorti e d’alto fusto che non ostacolano la progressione  toccando prima la cima S (Brancot, 1015m) quindi il Palantarins (1049m) abbastanza agevolmente. Per  il Tre Corni, più selvatico e meno visitato occorre destreggiarsi fra la vegetazione affacciandosi sui dirupi che precipitano verso Ovest.  Torniamo all’inizio sui nostri passi poi deviamo a Est su un’ulteriore mulattiera che traversando a mezza costa riporta alla chiesetta dove ci ricolleghiamo al percorso dell’andata. L’orario non me lo sono segnato.

8 Indicazioni alla partenza

10 S. Michele dei Pagani

9 Lapide del ventennio

11 Braulins e il suo ponte

12 Verso la cresta

13 Avasinis

14 Sulla cima Sud

15 Faggi sulla dorsale

16 L'ometto della quota massima

17 Vista fino al mare

18 Verso la terza cima l'ambiente è più selvatico

19 La Cima Nord

20 Il lago di Cavazzo e oltre la sella di Mena il Tagliamento

22 Tornando a valle con dirimpetto Covria e Cuar

21 Meandri del Tagliamento

23 Formazione calcarea sul sentiero

24 Le oche del Campidoglio in trasferta a Braulins

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: