Home > Dolomiti Orientali > Cresta di Costabella da Cima Banche

Cresta di Costabella da Cima Banche

Aspramente contesa nel primo conflitto mondiale la cresta si stacca in direzione Nord nei paraggi di Forcella Staunies, stazione d’arrivo degli impianti di Passo Tre Croci, peccato che per la nostra gita si debba partire dal versante opposto che è il Passo di Cima Banche fra Cortina e Dobbiaco, 1530 m, a Nord incombe la Croda Rossa e a Sud i freddi versanti del gruppo del Cristallo. Sarà forse l’ultimo giro in Dolomiti del 2014, siamo quasi alla fine di ottobre e le ore di luce a disposizione cominciano a diminuire. Senza perdersi ad ammirare i panorami ci vogliono tre ore sia all’andata che al ritorno passando da Misurina,  per Cortina è più o meno la stessa cosa. La gita si dipana in ambiente poco frequentato, non incontreremo nessuno in tutto il giorno. Una sbiadita tabella indica l’imbocco del sentiero con il numero 233 con destinazione Forcella Verde, ci sbrighiamo a partire anche al sole la temperatura supera di pochi gradi lo zero. Un tratturo che entra nell’abetaia ci conduce allo sbocco del canalone che scende dal Vallone del Prà della Vecia dove si riduce a sentiero, lo si attraversa facendo un po’ di ginnastica tra i massi. Sul versante opposto (destra orografica) si ritrova la traccia che sale costeggiando le pareti in ambiente abbastanza selvatico fino a passare sull’altro lato a mughi e radi larici e infine porta a uno slargo detritico, qui lasciamo il segnavia principale, una sbiadita tabella ci indirizza a Est. Inizia ora una lunga traversata su un cengione detritico alta sulla gola testè salita orientata da radi ometti. Superato un canale passando sotto un nevaio e altri minori si ritorna sotto le pareti strapiombanti e continuando fra i mughi si arriva finalmente a un terrazzo che segna l’inizio della nostra cresta dapprima abbastanza larga. Dove comincia a restringersi uno dei compagni ne ha abbastanza, si fermerà qui. Continuo cercando di contenere il distacco dai due giovani che mi precedono, ora si deve arrampicare prevalentemente sul filo con difficoltà contenute al primo grado e forse qualcosina di più, i segni rossi indicano la via migliore a scanso di perdite di tempo . La prima quota ha un ometto di sassi e legname di origine bellica, si continua superando varii risalti con qualche spostamento sui due versanti. Il panorama è stupefacente, appaiono molti gruppi delle Dolomiti Orientali e le montagne cristalline al confine con l’Austria. Prima di riporre i bastoncini arrivo a sbucciarmi un ginocchio ma a parte questo e la fatica arrivo al culmine della cresta, 2659 m, anche se leggermente in ritardo sui due allenati amici. Alla cima più elevata (2722m) mancano una sessantina di metri, però e piuttosto lontana e le ore passano, tocca fare un esame di coscienza. Sulla destra (Ovest) vediamo le tracce nel Graon del Forame che ci riporterebbero velocemente al bivio di q. 2380 ma, l’amico è in attesa, non resta altro da fare che ripercorrere la cresta pur se sconsigliata in questo senso. Anche così la gita è stata molto bella, 4 ore e mezza in salita, tre in discesa, passando per le quote di m 2310-2503-2561 più l’ultima già citata.

 

1 Cimabanche

2 Consulto alla partenza

3 Val Pra della Vecia

4 Fra mughi e Larici

5 Lingua di neve sul traverso

6 Sempre presente la Croda Rossa

7 Sotto i landri

8 Cima delle Nove e delle Dieci nelle Cunturines

9 Lo spallone all'inizio della cresta

10 Sulla cresta

11 Ometto e resti di guerra sulla prima cima

12 La lunga dorsale

13 Uno dei numerosi rilievi

14 Vista da N sul Cristallo

15 Resti di postazioni

16 Dall'ultima anticima i ghiaioni di discesa

17 La vetta e il Cristallo

18 In discesa

19 Ripassiamo dalla prima quota

20 Carbonin e il Lago di Landro

21 Cima Undici, Tre Cime e Croda dei Toni

22 La traversata al ritorno

23 Cimabanche

24 La Costabella dal parcheggio

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: