Home > Dolomiti Orientali > Sasso del Bosconero 2468m – La via comune al momento giusto

Sasso del Bosconero 2468m – La via comune al momento giusto

Da sin. Bosconero, il canalone, la Toanella e la Rocchetta da N

Sasso del Bosconero, Rocchetta Alta e Sasso di Toanella compongono una triade che ha ben poco da invidiare alle più famose Tre Cime di Lavaredo, l’ambiente è quello più genuino delle Dolomiti Meridionali con quote minori  scoperte alpinisticamente molto più tardi. Il gruppo del Bosconero è ben delimitato dalla valle del Piave, e dai suoi due affluenti  Boite e Maè ( val Zoldana), verso Nord come confine si può considerare la strada che attraverso forcella Cibiana collega le ultime due. Per la nostra salita alla cima culminante del gruppo, salita la prima volta nel 1878 dalla famosa  guida Santo Siorpaes che vi accompagnò i due compagni Cesare Tomè e Gottfried Merzbacher anche loro attivi in quegli anni per quella che poi divenne la via normale classificata di primo grado, ricalchiamo le loro orme. Da Longarone percorriamo la strada verso Zoldo, subito dopo una galleria e sopra al lago di Pontesei si trova un vasto parcheggio che al momento, addì  13 aprile 97, è ancora deserto, 825m la quota, dove inizia il sentiero segnalato che sale nel bosco al bel ripiano dell’ex casera ora rifugio Bosconero a 1457m proprio sotto le crode del Sasso e della Rocchetta, al momento  nell’ ombra del versante Ovest ma ci rifaremo al ritorno. La compagnia è numerosa per la media, siamo in sette, da rimarcare la giornata splendida per la stagione. Il secondo tratto prevede la salita del canalone ghiaioso fra la nostra meta e la Rocchetta Alta, passiamo sotto lo spigolo di quest’ultima, il Mauro che l’ha fatta dice che è più bella e impegnativa dello Spigolo Giallo, gli credo sulla parola, non è pane per i miei denti. Troviamo il canale, vista la stagione, abbondantemente innevato che anche se richiede l’uso di piccozza e ramponi è più gradevole da percorrere, dopo la Rocchetta si passa sotto le verticali pareti del Sasso di Toanella e senza troppi problemi usciamo al sole che riscalda la forcella omonima 2150 m, Il Sasso del Bosconero rimane sinistra. Il posto è molto bello e ci facciamo una discreta sosta. Pare non ci sia neve sulla continuazione, mi faccio raggirare dal Mauro e lascio qui l’attrezzatura, si comincia con una crestina che oppone qualche facile passaggio in arrampicata poi finisco inevitabilmente su un lastrone di ghiaccio (l’ultimo che ha seguito i fraudolenti consigli dell’amico è precipitato in un canalone con vari mesi di degenza in ospedale), mi sento come il gatto Silvestro sul vetro, in soccorso viene un altro amico che mi presta una delle sue due picche e mi levo dall’impaccio. Tendendo ancora a sinistra saliamo per le bancate detritiche che scendono dalla dorsale costantemente orientati da discreti ometti fino a quest’ultima. Arrivati in cresta il percorso diventa entusiasmante, si arrampica per facili blocchi di dolomia fino in vetta. Vista strepitosa verso Est sul gruppo del Duranno, i colossi Dolomitici e i monti dello zoldano. Dislivello abbondante, più di 1600 m non sono scherzo, circa cinque ore il tempo impiegato. In discesa rifacciamo lo stesso percorso ma agevolati nei tratti di  neve che si è smollata un poco. La radura del rifugio è ora soleggiata come le cime che la contornano e brulica di escursionisti, peccato che il rifugio sia ancora chiuso, avremmo dato volentieri un contributo alle finanze dei gestori. Siamo all’ultima fermata, i più giovani si spogliano per godere al meglio dei tepori della primavera prima di riprendere mestamente la via di casa.

 Salendo al Rifugio la Val di Zoldo e il Civetta

La Rocchetta dal canalone

 Il canalone nevoso

 Forcella della Toanella dal canalone

 Forcella della Toanella

 A monte della sella

 Salita alla cresta

 Sulla colata di detriti

Sottocresta

 La cresta

 Sulla dorsale

 Dalla Cima verso il Duranno e la Cima dei Preti

 Sasso di Toanella e Rocchetta Alta con sullo sfondo la Schiara

Civetta, Sella e Pelmo

I notabili del GRA

 Incomincia la discesa

 Passaggio in cresta

Sui ghiaioni

 La Casera Bosconero

 Il Sasso del Bosconero dal rifugio

Pausa al Rifugio

 Falce di Luna sullo spigolo della Rocchetta

 

About these ads
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 54 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: