Home > Giulie Occidentali > Monte Guarda, da Uccea per casera Caal e la cresta Ovest

Monte Guarda, da Uccea per casera Caal e la cresta Ovest

L’estremo rilievo della lunga cresta S del Canin è il Monte Guarda 1720m, alla testata della Val Resia quindi al confine con la valle dell’Isonzo in Slovenia all’altezza di Saga (Zaga). Dalla cima  una dorsale continua in direzione Ovest a spartiacque fra i torrenti  Uccea e Resia con altri rilievi a carattere prealpino meno significativi  fino a Sella Carnizza, limite fra il gruppo del Canin e le Prealpi Giulie con la cresta dei Musi. Accessibile da più versanti, si può partire faticosamente dalla Slovenia oppure più brevemente dalla Val Resia o da sella Carnizza, per la nostra gita all’inizio della primavera (è il due di Aprile) scegliamo l’approccio da Uccea, ultimo abitato prima del confine sulla strada che collega Tarcento con la Valle dell’Isonzo, 630m. Il paese è poco popolato e fa parte amministrativamente ancora della val di Resia pur essendone fuori, i collegamenti sono interrotti d’inverno quando la stretta carrozzabile che sale a sella Carnizza non viene pulita. L’amico è uno dei soliti, si tratta di Sandro (detto Sandrin per la sua non certo esile mole) e il tempo non ci tradisce. Il segnavia CAI 733 passa accanto alla Chiesa, punto di riferimento se non se ne trova l’inizio, segue il percorso di una antica mulattiera che dopo gli orti del paesello si alza nella faggeta fino al ripiano dell’ex casera Caal 1258m dove incontriamo la prima neve dove tiriamo fiato. Da qui la salita continua per erti nevai induriti dal gelo notturno che non ci ostacola ma al contrario rende la progressione più agevole anche se perdiamo i segni nascosti dal bianco manto. La vegetazione intanto si dirada consentendo di ammirare il panorama, per ora limitato alle prealpi, la valle dell’Isonzo e il Monte Nero. L’uscita in cresta poco prima del Monte Plagna ci entusiasma, ci appare il gruppo del Canin in tutta la maestosità del suo versante meridionale. Qui dovremmo raccordarci con il sentiero 731 che rimane come prima sepolto,  comunque problemi di orientamento non ce ne sono, basta stare sul filo a rispettosa distanza delle cornici che sporgono sul versante resiano. La cresta a tratti sinuosa ma mai troppo stretta o esposta ci porta dapprima al Plagna 1663m e infine alla cima principale, distante un magnifico km in linea d’aria, 4 ore secondo la guida in tutto, da dove appaiono le Giulie Orientali. Dopo la piacevole sosta ci attende il ritorno, la neve mantiene ancora una certa consistenza e allora dopo essere ripassati dal Monte Plagna ci spiace abbandonare l’arioso dorso e andiamo avanti fino all’ulteriore rilievo del Banera (1615m), continuare diventerebbe troppo lungo e scendiamo, ora faticando nella neve molle, con libero percorso alla Casera Caal dove ritroviamo la mulattiera già fatta al mattino.

 La Valle di Uccea e il Monte Nero

Uccea

Stavoli sopra l'abitato

 Il sentiero nel bosco

 

 Radure a Casera Caal

 Cornici sulla cresta

 La Baba Grande

 A O le Prealpi Giulie

Il Monte Guarda

 Canin, vista sulla cresta Sud

 Prealpi Giulie, Cavallo PN, Val Resia e Carniche

 L'ultimo tratto di cresta

 Uscita in cima

Tutta la dorsale dalla cima

Vista sulla Valle dell'Isonzo e le Giulie Orientali

 Le faggete del Gran Monte

 Discesa fra i faggi

 La mulattiera

About these ads
Categorie: Giulie Occidentali Tag:
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 42 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: