Home > Dolomiti Friulane > Monte Guslon con le racchette da neve

Monte Guslon con le racchette da neve

La breve catena che si stacca dalla cresta principale a Ovest di forcella Lastè culmina con le quattro cime del Cornor, Cima delle Vacche, Castelat e Guslon, tutte già visitate in passato con la neve, le ultime percorrendo l’anello della Valle del Cadin (ho anche pubblicato un articolo su questa traversata). Il Guslon in buone condizioni del manto nevoso costituisce una frequentata gita scialpinistica per la via normale del versante Sud, la prima settimana di marzo di pochi anni fa la propongo a tre miei giovani concittadini come ciaspolata dal momento che nessuno noi ha dimestichezza con “les breis” ovvero in friulano le tavole. Via Vittorio Veneto saliamo alla sella del Fadalto svoltando subito dopo a destra costeggiando il lago di  S. Croce destreggiandoci poi fra numerosi paesi e stradine fino a Tambre d’Alpago e quindi a Col Indes, ex località sciistica, nostro e altrui affollato parcheggio, 1180 m. Il Guslon è la cima più orientale del limitato gruppo e quota 2195 m, pertanto il dislivello è abbastanza potabile anche se uno dei compagni non dispone delle racchette che compenserà con la muscolatura dei suoi pochi anni. Proseguiamo verso N seguendo la battuta strada delle malghe passando sotto i boscosi pendii della Cima delle Vacche passando presso la casera di Pian Grande, Pian delle Lastre e Amalteo. Poco dopo quest’ultima ci alziamo nel fondo di un canale poco accentuato fra le propaggini boscose della Cima delle Vacche (Costa Schienon) a destra  e una costa alberata a sinistra. Chi le ha mette le cjaspe, in pratica i 3/4 della compagnia, lo spessore della neve è aumentato repentinamente rendendo l’ascesa faticosa, un momento sostiene l’altro si sprofonda, il compagno senza attrezzi si sposta a sinistra ma senza alcun profitto. Dopo il canale la salita rimonta un vasto scivolo nevoso con rocce affioranti nel settore centrale, ci alziamo prima sulla sinistra per spostarci quindi sulla destra profittando della traccia lasciata degli sci, facendo attenzione perchè come pendenza siamo ai limite delle racchette, intanto la veduta si amplia oltre che alla vallata del Piave alle Pale e più vicino verso il gruppo della Schiara sopra Belluno. Per arrivare alla Croce in legno della Vetta che emerge in parte dalla neve si percorre a serpentina l’ultimo pendio abbastanza faticosamente. Meno di tre ore, ora si apre ancora la visuale arrivando verso Ovest fino alle lontane Giulie, verso Sud la vista è chiusa da quella che sembra un’enorme cornice che si erge alcuni metri più in alto. I miei giovani hanno pensato anche al povero vecchio portandosi dietro uno bottiglia di bianco, lo dividiamo fraternamente con un paio di scialpinisti non astemi che arrivano poco dopo. Galvanizzato dal nettare vado a vedere cosa si trova al di là della cornice, il premio è il panorama sul gruppo del Cavallo, ora sì che si può scendere. Il tempo viene praticamente dimezzato al modico prezzo di qualche caduta senza conseguenze nella parte bassa dove la neve ha mollato, sulla strada ci attende una sorpresa quanto mai gradita, la casera Pian delle Lastre è aperta, non possiamo trascurare l’occasione di fare uno spuntino a base di formaggi e salumi annaffiati da un paio di birre.

 Cavalli in Alpago

 La stradina delle malghe

Il Guslon dal canale d'attacco

 Alpago e val Belluna, in alto le Pale e la Schiara

 La traversata

 Sci alpinisti fra le rocce affioranti

 Sul pendio

 L'ultimo tratto

 Il compagno più svelto alla Croce

 In cima

Davanti a questa vista la celebrazione è d'obbligo

 La cornice sovrasta la Croce

 Dalla sommità verso il Cavallo

 A Est le Alpi Giulie

 In discesa

Anche gli esperti cadono

La strada attraversa anche un bosco di  faggi

 La tavola imbandita

 Il Guslon da Tambre

About these ads
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 47 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: