Home > Alpi Carniche > Monte Talm (1728 m) – navigando nella neve

Monte Talm (1728 m) – navigando nella neve

Nulla di nuovo ancora sulle Alpi Orientali nel 2014 cominciato piuttosto male… tocca allora cercare nel archivio da dove estraggo questa gita del gennaio 1988 al monte Talm, cima non certo eclatante ma memorabile per le condizioni ambientali trovate. Dalla Val Degano poco a monte di Ovaro si trova il bivio a sinistra per la Val Pesarina che si segue fino all’ulteriore incrocio dove si svolta a destra per Sostasio, dopo l’abitato la rotabile continua fino al rifugio Monte Talm (praticamente sempre chiuso, 1105 m), parcheggio, neve assente fino qui. Una stradina e poi un sentiero nel bosco (n. 226, indicazioni) escono nei pressi della sella di Talm all’inizio della dorsale nordovest della cima. Se in basso è caduta la pioggia qui la recente nevicata deve essere stata abbondante e gli abeti inclinati dal sovraccarico lo dimostrano. Per contro l’ambiente mantiene tutto il suo fascino anche se si arranca faticosamente nel manto bianco, le racchette non erano ancora venute di moda e solo uno dei cinque partecipanti aveva i bastoncini. Pericoli di sorta nel percorso non ce ne sono ora come in quei giorni e cerchiamo di goderci l’azzurro del cielo e il vasto panorama sulle cime imbiancate. Qualche anno dopo rifacciamo lo stesso percorso in una uggiosa e grigia giornata di nuvole, al ritorno ci perdiamo nella fitta nebbia (nonostante la presenza di ben quattro istruttori di alpinismo, vergogna!) finendo ai Piani di Vas sopra Rigolato sotto una fastidiosa pioggerellina, solo a Comeglians i due autisti ottengono un passaggio fino al ponte, un ulteriore ricorso al pollice alzato li fa arrivare a Sostasio. Tornati tutti nell’amena località dove un amico ha una disposizione una casetta munita di ogni genere di ristoro arriviamo con qualche libagione a lenire lo smacco subito.

 Abeti natalizi

Alla fine del bosco

 La val Pesarina e i suoi monti

La facile dorsale del Talm

 Ambiente natalizio

 Remando nella neve

Abete in sovraccarico

 Ambiente natalizio 1

In vista della cima la neve aumenta ancora

 Neve ventata

 Proliferare di Croci in cima

 I nostri in cima

 Da sin. Fuina, Pleros, Ferro e Peralba

 In discesa

La Creta di Mimoias e i Clap

 La ripetizione nella nebbia

About these ads
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 34 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: