Home > Alpi Carniche > Crete Cacciatori (2475 m) – La Via Heinricher-Wiegele in parete Nord

Crete Cacciatori (2475 m) – La Via Heinricher-Wiegele in parete Nord

Il Peralba è probabilmente assieme al Coglians la vetta più frequentata delle Alpi Carniche, non si può dire altrettanto delle altre cime del gruppo allineate da Est a Ovest, solo l’Avanza con la sua facile normale e il Cjadenis per la via ferrata vedono un certo numero di presenze .  Dal punto alpinistico è stato riscoperto negli ultimi anni principalmente dagli scalatori locali che sulle sue pareti di solido calcare grigio argento vi hanno aperto un numero impressionante di vie di varie difficoltà, primo fra tutti il fuoriclasse carnico Roberto Mazzilis con i suoi itinerari di difficoltà estrema temuti e riservati a pochi eletti, tuttavia anche ai normali scalatori offre un buon numero di itinerari di media difficoltà  senza fare la coda all’attacco. Le Crete Cacciatori situate fra l’Avanza e il Cjadenis  costituiscono  cima molto elegante con varie elevazioni di cresta culminanti con la Cima di Mezzo , le pareti sono verticali sia sul versante Sud  alto circa 200 m che in  quello settentrionale più alto (400 m) e dall’ambiente più severo circa. La meritevole via normale è ai confini fra l’escursionismo e l’alpinismo con difficoltà fra il primo e il secondo grado, pertanto è una vetta più frequentata dagli scalatori, in particolare la via degli austriaci Heinricher-Wiegele del ’57 è la classica in parete Nord con difficoltà dal III al IV superiore. In quell’agosto  del 92 siamo in quattro, io con l’abituale compagno Nevio più una coppia di corda e di vita a salire da Sappada per la strada delle sorgenti del Piave fino al parcheggio a 1815 m. Da qui passiamo dal rifugio Calvi proseguendo fino al sovrastante passo Sesis 2312 m da dove ci spostiamo verso Est passando sotto le pareti settentrionali del Cjadenis arrivando in fine al Passo dei Cacciatori 2285 m, fino a qui sempre percorrendo sentieri segnalati , ora li abbandoniamo per traversare perdendo un 150 quota alla base delle pareti N fino alla colata di ghiaie che si spinge più in alto che risaliamo faticosamente, l’attacco si trova poco sotto la sua fine, due ore dall’auto. Il percorso non è molto evidente e perdiamo del tempo, comunque  saliamo per bellissime placche scanalate tendendo a sinistra, a mio parere senza via obbligata, fino all’inizio di una esile fessura che in seguito si allarga un po’ a camino (è il passaggio più impegnativo) dove troviamo qualche chiodo che ci dà la sicurezza di non essere fuori via per cui proseguiamo più tranquilli fino ad uscire fra rocce non solidissime all’intaglio fra la vetta e l’anticima NE in cinque ore. Seguendo i consigli della nostra Bibbia dell’epoca, Le  Alpi Carniche di Mazzilis e De Rovere, la guida del Cai non era ancora pubblicata,  scendiamo senza andare in vetta ( solo successivamente e alla terza salita ci sono arrivato trovandola meritevole), quindi ci  caliamo in breve ai canalini della via comune che ci portano al sentiero dell’Avanza poco prima della forcella delle Genziane che rende onore al nome con delle rigogliose fioriture. Variamo il ritorno percorriamo il sentiero che ci porta alla strada a q. 1740 passando poco sopra la Casera di Casa Vecchia, risaliamo ora l’asfalto  a recuperare l’auto  completando così anche il gratificante anello che avevo fatto qualche anno prima in senso inverso nella mia prima salita dell’Avanza.  Oltre alla guida citata (probabilmente ora introvabile) è ora disponibile “Le Alpi Carniche 2” di De Rovere – Di Gallo ed. CAI-TCI  alla quale rimando per maggiori dettagli.

1 Salendo al passo Sesis

2 Il gruppo del Rinaldo dal Passo Sesis

3 Traversata al passo dei Cacciatori

4 Il Cjadenis

5

6

7

8

9

10

11l12

13

14

15 La Creta dei Cacciatori dall'intaglio alla fine della via

16 Le due cordate alla fine della salita

17 Peralba e monti della Val Visdende

18 Discesa a Sud

19 Le pareti Sud delle Crete Cacciatori

20 Forcella delle Genziane - al sole la via di discesa

21 Vista sull'Avanza

22 Le Genziane sono presenti sulla loro forcella

23 Discesa sotto i Campanili delle Genziane

24 Rifugio Calvi e Pic Cjadenis

About these ads
Categorie: Alpi Carniche Tag:
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 33 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: