Home > Dolomiti Orientali > Le Balanzòle – La traversata da O a E con qualche sorpresa

Le Balanzòle – La traversata da O a E con qualche sorpresa

Dopo un mese passato praticamente agli arresti domiciliari giovedì scorso ho ripreso l’attività con i soliti pensionati e una ripetizione, per la domenica si fa vivo il Maurin, per non fare una gita di coppia contatto anche Ermanno, latitante anche lui da gennaio visto che fino a quando c’è neve si dedica alle uscite con “les breis”, leggasi scialpinismo. Fra le varie opzioni vince questa delle Balanzòle (bilancette), il percorso stradale più corto è quello della Valcellina fino a Longarone poi la Valzoldana, a Forno con la strada in parte sterrata saliamo nella valle del Pramper al Pian della Fopa, parcheggio e divieto di transito, m 1210 (un giorno o l’altro devo provare la navetta che al modico costo di sei euro porta alla malga). Ma siamo duri e puri e ci avviamo pedibus calcantibus (non ho mai studiato la lingua di Cicerone) evitando il sentiero proseguiamo sulla strada, scelta che si rivela oculata, poco prima della casera un comodo sentiero sale a destra in Val Balanzòla e alla forcella del Moschesin 1940 m, inizio della nostra traversata. L’ondulata dorsale fra la sella e il Pra de la Vedova, 1857 m, dove si trova il rifugio Sommariva, è il nostro obiettivo con le sue varie elevazioni, le principali quotano 2064, 2080, 2093 e 2142 m. Ci troviamo al limite O della Schiara, sottogruppo del Talvena con le Cime maggiori ancora innevate, d’altronde il paesaggio è molto bello verso le Dolomiti Zoldane. Cominciamo a salire verso Est per detriti prati e macchie di mughi passando sopra un vecchio edificio militare in rovina, non ci sono segni, solo un ometto avvisa che ci troviamo su una delle quote. Siamo soli sulle ondulazioni, l’unico disturbo acustico è dato da un tale che vaga in compagnia di un cagnetto urlando a squarciagola il nome di un compagno che ha perso, spero che l’abbia finalmente ritrovato, noi proseguiamo passando sotto a degli spuntoni rocciosi dove la cresta si assottiglia fra due versanti piuttosto ripidi. Giunti senza problemi sulla quota 2093, siamo divisi dalla cima più alta che resta più a Nord da un profondo intaglio, la trascuriamo senza rimorsi, non rientra nell’ottica del nostro traverso. Continuando verso il Pra della Vedova la cresta diventa aerea e rocciosa e tocca adoperare tutti e quattro gli arti, sotto un ultimo rilievo e in terreno più domestico ci sdraiamo sull’erba per la consueta merenda. La discesa si svolge in un canale che sbocca sul piazzale d’arrivo della teleferica del rifugio (aperto ieri), siamo nei pressi del sentiero e scendiamo direttamente alla Casera di Pramper dove troviamo un degno ristoro prima di calare a valle percorrendo stavolta il sentiero fra boschi e ruscelli. Tre ore per la salita, Giugno 2013.

1 La stradina per la Casera Pramper

2 Le Balanzòle dal sentiero per Forcella Moschesin

3 Il Castello di Moschesin

4 salendo in forcella

5 Forcella di Moschesin, vista su Spiz e Pramper

6 Salendo alla dorsale le Cime del Bachet innevate

7 Fioritura di Primule

8 Casermetta in abbandono

9 Salendo in cresta stupendi panorami

10 Mugo secco ed erica ben vegeta

11 Ambiente prativo nel primo tratto

12 Verso Est la cresta diviene sottile

13 Gendarme di cresta

14 Sulla cresta

15 Dalla q. 2093 il tratto già percorso

16 Salita a un ulteriore rilievo

17 Con discesa interessante

18 L'ultimo risalto

19 Di nuovo in discesa, a destra il rif. Sommariva

20 Discesa

21 La Casera di Pramper

22 Il meritato ristoro

23 Guado fra la casera e il parcheggio

24 Dal posteggio gli Spiz di Mezzodì

About these ads
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 47 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: